Instagram Contador de visitas
Besucherzähler
Contador de visitas
Amo, il tuo profumo

Credevo di potercela fare, ma non è stato così.

Mi ha appena dedicato una canzone e ieri mi ha chiesto se chiedo al per sempre. Certe cose sono carine, ma lesagerazione non è nel mio essere. Io non esagero, e lui mi vuole portare a letto. Quindi lo devo pisciare porco dio.


Io voglio aspettare il suo ritorno in pace.

1 ora fa on 31 Luglio 2014 ~ 8:24pm 1 nota
1 ora fa on 31 Luglio 2014 ~ 7:55pm 8 note

Scrivo in helvetica nei miei pensieri,

scrivo pochissimo e di ieri. Dimmi dov’eri,

ora che quasi mi piacevi.

6 ore fa on 31 Luglio 2014 ~ 3:35pm 3 note
6 ore fa on 31 Luglio 2014 ~ 3:20pm 14 note

Solitamente tu sembri distante.

Quanto manchi?

31/07

20 ore fa on 31 Luglio 2014 ~ 1:21am 25 note
1 giorno fa on 30 Luglio 2014 ~ 8:55pm 8 note

Comunque ammetto che mi manca. E ammetto anche che è impossibile baciarmi senza avere voglia di mordermi le labbra. Me la tiro? Nooooo.

No a parte gli scherzi mi manca. Ci ho solo fatto l’abitudine che adesso non è più qui.

È un po’ brutta la cosa…. Uff

1 giorno fa on 30 Luglio 2014 ~ 7:12pm 3 note
1 giorno fa on 30 Luglio 2014 ~ 2:42am 155 note
1 giorno fa on 30 Luglio 2014 ~ 2:17am 4 note

Chiusa una porta si apre un portone. // Bacio alla francese in Francia.

Allora, oggi mi ha baciata.

Scena 1: questo pomeriggio io, mio fratello e un mio amico, abbiamo raggiunto il tipo al parco dove stava giocando a pallavolo con i suoi amici. E ho giocato pure io, io sono la cosa più pietosa al mondo a pallavolo. Mi faccio schifo quando gioco a pallavolo.

Scena 2: dopo la partita siamo andati tutti all albergo dove alloggiano qui a Tolosa. Tanta roba comunque, con anche wifi veloce. Easy proprio.

Scena 3: ad un certo punto chiede a me e al mio amico di accompagnarlo giu al negozio. Scendiamo e arriviamo al negozio. Mentre l’amico era alla cassa, noi eravamo nascosti da uno scaffale. E lui arriva mi tocca il mento, si sposta sulla guancia con la mano e mi bacia.

Scena 4: non ci ha visti nessuno appunto, e saliamo di nuovo nell’albergo. Dopo un po’ mi dice che deve tornare giu a comprare del pane e scendo con lui. Scese le scale mi prende la mano dicendomi “vieni qui”, e mi bacia di nuovo.

Finale: dopo essere passati dal negozio torniamo su e dopo un’oretta me ne vado. Ci vediamo la sera. E niente, tutto normale, ci teniamo la mano e tutto. E mentre andavamo dal fiume con gli altri, becchiamo il comunissimo venditore di rose indiano e lui me ne prende una rossa.

1 giorno fa on 30 Luglio 2014 ~ 1:56am 4 note